Nuovo obbligo di vaccinazione: quali documenti occorre presentare alle scuole del Piemonte

La nuova legge sui vaccini prevede che i genitori di bambini e studenti tra 0 e 16 anni presentino agli asili e alle scuole dell’obbligo (anche private) la documentazione comprovante le vaccinazioni effettuate oppure la copia della prenotazione all’ASL per eseguire le vaccinazioni mancanti. Saranno direttamente le ASL del Piemonte ad avvisare le famiglie non in regola con gli obblighi vaccinali, inviando una lettera contenente la prenotazione delle sedute, la data e l’ora della convocazione. La lettera, che sarà ricevuta dalle famiglie in duplice copia entro il 31 agosto, servirà anche come attestato per le famiglie da presentare a scuola entro il 10 settembre per le scuole dell’infanzia ed entro il 31 ottobre per le scuole dell’obbligo: firmandola, si esprimerà la volontà di aderire all’invito dell’Asl.
La Regione, per attuare la nuova legge, ha stabilito che agli asili (nidi e scuole dell'infanzia), alle scuole dell'obbligo e ai centri di formazione professionale regionali del Piemonte, i genitori possono presentare:
- se in regola con l’obbligo vaccinale, una dichiarazione sostitutiva di atto notorio, in cui dichiarano che i bambini sono in regola con le vaccinazioni;
- se non in regola con l’obbligo vaccinale, copia firmata della lettera di convocazione per la vaccinazione ricevuta dall'ASL entro il 31 agosto. La copia da firmare e da consegnare alle scuole è quella che contiene anche l'attestazione di volontà di aderire all’invito dell'ASL: i genitori, firmandola, si impegnano ad accettare l'invito a vaccinare. Le vaccinazioni mancanti saranno effettuate dall’ASL entro la fine dell’anno scolastico, secondo la schedula vaccinale.
Per informazioni ci si può rivolgere al Numero Verde della Regione Piemonte 800333444, gratuito anche da cellulare, attivo dal lunedì al venerdì ore 8.30-18.30, oppure alla pagina dedicata dalla Regione Piemonte o alla propria ASL di residenza.