Expo 2015

Il nostro Istituto, diviso per scuole, parteciperà nei giorni 1 ottobre(Tecnologico), 6 ottobre(Linguistico) e 15 ottobre(Enogastronomico) alla Visita Guidata all’EXPO, l’Esposizione Universale di Milano.  Il tema di questa esposizione è Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita per far confrontare i differenti Paesi partecipanti sul problema del nutrimento dell’uomo e della Terra. Ciascun Paese ha interpretato a suo modo il tema, dandogli un Volto rappresentato dal proprio Padiglione.
Il percorso si snoda, attraverso un viaggio che tocca tutti i continenti e in cui ciascun Paese esprime, attraverso materiali, colori, odori e sapori, la propria concezione del tema di EXPO.
L’intero sito espositivo di EXPO si struttura lungo due assi, il Cardo e il Decumano, ispirati alla struttura del castrum romano. Su questi assi si affacciano i Padiglioni dei Paesi partecipanti. La via principale su cui si sviluppa la struttura, il Decumano, attraversa l’intero sito da est a ovest per un chilometro e mezzo e ospita su entrambi i lati i Padiglioni nazionali dei Paesi Partecipanti.  Il Decumano si incrocia con l’asse del Cardo, lungo 350 metri, che mette in relazione il nord e il sud del sito espositivo e accoglie la proposta espositiva del nostro Paese, l’Italia.
Due sono i Padiglioni che rappresentano anche l’accesso ai percorsi: Palazzo Italia e Padiglione Zero.
Il progetto del  Palazzo Italia è ispirato a una “foresta urbana”; la “pelle” ramificata, disegnata da Nemesi come involucro esterno dell’edificio, evoca una figuratività primitiva e tecnologica al tempo stesso. Per il design di questa “pelle” Nemesi & Patners (Roma) ha dato vita a una texture geometrica, unica e originale che evoca l’intreccio casuale di rami. Palazzo Italia è stato progettato in un’ottica sostenibile e concepito come edificio a energia quasi zero grazie anche al contributo del vetro fotovoltaico in copertura e alle proprietà fotocatalitiche del nuovo cemento per l’involucro esterno. L’intera superficie esterna, 9.000 mq, è costituita da 920 pannelli di cemento “i.active Biodynamic” brevettato da Italcementi. A contatto con la luce del sole, il principio presente nel materiale consente di “catturare” alcuni inquinanti presenti nell’aria trasformandoli in sali inerti e contribuendo così a liberare l’atmosfera dallo smog.
Il Padiglione Zero, curato da Davide Rampello e progettato da Michele De Lucchi, introduce la visita del Sito Espositivo di EXPO Milano 2015, è dunque il primo che si incontra arrivando dagli ingressi Nord. È il Padiglione dedicato a introdurre il tema Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita e racconta ai visitatori la ricchezza di aspetti insiti in questo titolo e che le nazioni di tutto il mondo approfondiscono nei loro spazi espositivi. È un Padiglione emblematico perché esprime, nella sua forma e nel suo impatto, tutte le aspettative per questa grande manifestazione: ha dunque un duplice ruolo, didattico e rappresentativo. È concepito come una larga fetta di crosta terrestre ordinatamente tagliata e sollevata per invitare a entrare in profondità nella conoscenza e nei segreti del pianeta.

In particolare sarà interessante osservare dal tetto in paglia galleggiante per il padiglione cinese  alla riproduzione di una foresta nel padiglione austriaco, dalle dune del deserto nel Padiglione degli Emirati Arabi firmato arch. Norman Foster al giardino verticale per il padiglione israeliano.
Sarà un’esperienza che resterà nella mente degli alunni.