Esame di maturità da "100/100 con Lode"

Si sono conclusi da qualche giorno gli esami di maturità per gli studenti del nostro Istituto Professionale per l'Enogastronomia e l'Ospitalità Alberghiera e dell'Istituto Tecnico Tecnologico Costruzione Ambiente e Territorio. I risultati finali ottenuti dai nostri alunni sono stati molto buoni. I migliori risultati sono stati raggiunti dagli alunni Elio Sepe, della 5°A Tecnico Tecnologico, che ha ottenuto il massimo punteggio di 100/100 con lode e da Mattia Reali, della 5° A Enogastronomia Alberghiera, che ha raggiunto il notevole punteggio di 95/100. Per il nostro alunno Elio Sepe, il Ministero dell'Istruzione prevede l'assegnazione di un premio in denaro, la cui somma viene comunicata ogni anno nei mesi successivi alla conclusione dell'esame di maturità. Nel 2014 la cifra è stata di 450 euro a studente, in calo rispetto agli anni precedenti, ma soprattutto al 2007, quando il premio venne istituito e ammontava a 1000 euro. Chi si diploma con lode ha inoltre diritto ad essere inserito nell’Albo delle Eccellenze del Ministero dell'Istruzione. L’Albo è una vetrina, una fonte a cui possono attingere università e aziende per selezionare menti brillanti. Chi consegue la maturità con il massimo dei voti, infine, può avere delle agevolazioni economiche all’università. Alcuni Atenei, infatti, prevedono l'esonero totale dalle tasse del primo anno per chi si è diplomato con 100 e lode. Va detto, comunque, che la lode è molto difficile da guadagnare. Può essere attribuita dalla Commissione all’unanimità agli studenti che conseguono il massimo dei punti (100) senza fruire del bonus integrativo di 5 punti. Ma solo in presenza di 4 condizioni: 1) devono aver conseguito il credito scolastico massimo complessivo attribuibile (25 punti); 2) devono aver riportato negli scrutini finali relativi alle classi terzultima, penultima e ultima solo voti uguali o superiori a otto decimi, compresa la valutazione della condotta; 3) devono aver conseguito il credito scolastico annuale massimo relativo al terzultimo, al penultimo e all’ultimo anno con voto unanime del consiglio di classe; 4) devono aver conseguito il punteggio massimo previsto per ogni prova d’esame con voto unanime della commissione d’esame.