Un giorno a Teatro: "La banalità del male"

Giovedì 17 Gennaio 2013, gli alunni di 4° e 5° albeghiera parteciperanno allo spettacolo teatrale  "La banalità del male", adattamento dal saggio di Hannah Arendt,  presso il Centro Asteria di Milano.
Un giorno d’autunno del 1963 Hannah Arendt entra in un’aula dell’Università di Chicago per tenere una lezione sul pensiero politico di Machiavelli. Ma le feroci polemiche che hanno investito il suo libro “La banalità del male”, un implacabile reportage che non esita a indicare le responsabilità morali e dirette del popolo tedesco e dello stesso popolo ebraico nella tragedia dell’Olocausto, la inducono ad improvvisare una lezione completamente diversa. L’attrice Paola Bigatto impersona per un’ora la filosofa riproducendo quel celebre discorso in cui “la banalità del male” è semplicemente descritta come un meccanismo criminale indotto dalla capacità degli uomini di negarsi verità conosciute, accettando la menzogna come sistema di vita sociale e politica.