Un gradito ritorno

Martedì 17 Dicembre, con immensa gioia, ritornerà a trovarci, dopo un anno di assenza, la nostra ex alunna del linguistico Claudia Colombo di Sesto Calende, e racconterà, agli alunni del biennio, la sua esperienza di volontaria in Africa. Così scriveva nel mese di maggio:
Cari amici,
spero stiate tutti bene! So che da noi a casa il tempo non è stato molto clemente negli ultimi mesi... Poveri voi! Qui è sempre molto variabile ma piacevole, quasi ogni giorno piove ma per poco, i tipici acquazzoni tropicali, per il resto c'è un sole stupendo e il cielo sempre blu. Tutta quest'acqua (spesso notturna) accende di verde brillante questa terra d'Africa così diversa rispetto alla nostra immaginazione in Europa. Questo è veramente un giardino dell'Eden, pieno di alberi da frutto sempre carichi, fiori dai colori vivacissimi e dai profumi deliziosi, soprattutto verso le 6 di sera quando il sole comincia a calare e gli innumerevoli uccelli variopinti accompagnano il suo riposo con i loro canti melodici.

Qui gli alberi che da noi sono misere piantine da appartamento (oltretutto molto difficili da far sopravvivere, almeno per quanto mi riguarda!) sono...giganti! Ficus, tronchetti della felicità, stelle di Natale, bouganville, cactus... E la cosa incredibile è che qui, essendo 12 mesi all'anno primavera, continuano a fiorire. Insomma, una terra meravigliosamente fertile e dolce.
Per non parlare della notte che è un raro spettacolo di bellezza, con le stelle che sembrano toccare la terra e la luna che, quando è piena, illumina nitidamente tanto da gettare ombre molto definite (voi mi direte "anche da noi!", sì ma da noi non l'avevo mai notato!), una notte che mai è silenziosa perché cullata da miriadi di grilli, cicale, rane...
E' davvero un peccato che il Ruanda sia a noi così sconosciuto, ma forse è meglio che non sia ancora stato scoperto dal turismo di massa!
Il progetto Indàbo procede molto bene. Il giorno 25 maggio faremo l'inaugurazione ufficiale alla presenza delle autorità. Le nostre suorine stanno cucendo alacremente le uniformi dei bambini che saranno pronte proprio quel giorno, chissà che carini!

Come vi dicevo nell'ultima mail, per ora abbiamo 85 bambini dai 2 ai 6 anni divisi in tre classi per fascia d'età. Stanno facendo già dei gran progressi e ogni giorno mi salutano in tre lingue: inglese, francese e kinyarwanda (che sto tentando di imparare per poter comunicare almeno nelle cose essenziali tipo "ndagukunda!" ovvero "ti voglio bene!").
Quando mi vedono arrivare mi saltano tutti addosso e si attaccano a ogni lembo dei miei vestiti visto che le mie braccia non sono sufficientemente lunghe, dovrei essere come la dea Kalì per poterli tenere tutti! E poi la loro massima gioia è starmi appiccicati così, senza fare niente, solo per il gusto di stare vicini. Hanno un'incredibile capacità di dare amore! A loro volta però, temo, di amore ne ricevono ben poco (almeno a casa). Difatti si capisce proprio che hanno bisogno di essere abbracciati e coccolati. Due cose mi hanno scioccata: capita che quando mi avvicino con la mano alzata come per dare una carezza alcuni scappino piangendo impauriti, ciò significa che a casa la mano alzata significa botte, e vi assicuro che questi ne prendono un sacco. No comment... cercheremo di educare anche i genitori (il che è molto più difficile). Io ho già parlato loro dicendo che ci devono aiutare nel compito educativo e non picchiare più i bambini, speriamo! 

Un'altra cosa che mi ha sorpreso è che qui nella loro cultura non si baciano! In kinyarwanda non esiste nemmeno la parola "bacio"! Questa cosa mi ha sorpresa e mi ha lasciato molto pensierosa, sinceramente pensavo fosse un istinto normale quello di stringere un bambino e baciarlo!

Per quanto riguarda la piccola Kevine, la catapecchia di fango dove viveva è crollata e ora non ha più una casa per vivere con la sua famiglia. Oltretutto il padre è infermo e quindi non può lavorare. Una situazione agghiacciante. Per ora abbiamo sistemato questa famiglia in un luogo temporaneo ma, se troveremo chi aprirà il cuore, costruiremo loro una nuova casa. Ci siamo fatti fare il preventivo dal geometra e il costo sarebbe l'equivalente di 5410 €. Vi mando il link per vedere il preventivo e la pianta della casa, potete trovarlo anche allegato. https://plus.google.com/photos/109171479164703724829/albums/5868857868351168369?banner=pwa

Vi prego di aiutarci! Se ciascuno di voi ci dà qualcosa, anche poco, potremo restituire presto dignità a una famiglia che l'ha persa!
Vi ringrazio già per tutto, perché qui si può fare tanto, davvero tanto, con piccoli aiuti!
Vi auguro una buona domenica e a tutte le mamme una buona festa della mamma!
Con affetto e riconoscenza,
Claudia